A TAVOLA
Semi di chia, un concentrato di calcio e Omega3. Ecco tutte le proprietà benefiche
di Eleonora Giovinazzo
Semi di chia

Originaria dell’America Centrale e appartenente alla stessa famiglia della menta, della melissa, della lavanda, del rosmarino, del timo, della maggiorana ed altre, ovvero la famiglia delle Lamiaceae, la parola chia deriva dal nahuatl chian, che significa oleoso. Ad oggi, la chia viene coltivata soprattutto per i suoi semi, che rappresentano un alimento ricco di grassi buoni. I nomi scientifici della pianta sono salvia hispanica e salvia columbariae, quest’ultima conosciuta come Golden chia. Secondo l'USDA (United States Department of Agricolture), 28g di chia (ovvero una porzione) contengono 9 grammi di lipidi, 5 milligrammi di sodio, 11 grammi di fibra alimentare, 4 grammi di proteine, fino al 18% della porzione raccomandata di calcio, il 27% di quella di fosforo e il 30% del manganese. I semi di chia contengono anche carboidrati, ferro, magnesio, potassio, sodio, zinco, vitamina C, tiamina, riboflavina, niacina e vitamina E. Rappresentano inoltre una buona fonte di antiossidanti, contengono concentrazioni elevate di acidi grassi Omega3, flavonol glicolisi, acido clorogenico, acido caffeico, kaempferolo, quercetina, myricetina e acido linoleico. 

Scopriamo insieme tutte le proprietà benefiche dei semi di chia. 

1 - Calcio. La quantità di calcio presente nei semi di chia è considerata più alta di quella che si trova nel latte scremato. Pertanto, è consigliabile avere una manciata di chia al giorno per eliminare la carenza di calcio.
 



2 - Omega3. I semi di Chia sono ricchi di acidi grassi Omega3. Questi acidi grassi essenziali aiutano ad abilitare molte funzioni corporee. Inoltre aiutano a controllare l'artrite, l'osteoporosi, la demenza legata all'età e la fatica.

3 - Diabete. Gli amidi e i carboidrati presenti nei semi chia vengono rilasciati lentamente e sono quindi ideali per controllare il livello di zuccheri nel sangue dopo il pasto.

4 - Salute gastrointestinale. L'elevato contenuto di fibre alimentari dei semi di chia è ottimo per regolare i movimenti intestinali e aiuta a mantenere la salute gastrointestinale. 

5 - Cuore. I semi di Chia sono considerati il cibo del cuore. Questo perché sono la fonte più ricca di acidi grassi Omega3 in ambito vegetariano. Gli acidi grassi Omega3 sono i grassi buoni che proteggono il cuore e impediscono l'insorgenza di malattie cardiache riducendo i livelli di acidi grassi Omega6 (colesterolo cattivo) e mantenendo un sistema cardiovascolare senza stress.

6 - Ipertensione. Il consumo regolare dei semi di chia avrebbe un impatto simile a quello dei farmaci per l’ipertensione.
 

7 - Colesterolo. I semi di Chia sono noti per essere una grande fonte di acido a-lenolenico e acidi grassi Omega3. Questi acidi grassi sono indispensabili per una buona salute perché riducono significativamente i livelli di colesterolo.

8 - Proprietà antiinfiammatorie. I semi di Chia hanno elevati livelli di acido a-lenolenico, che possono essere facilmente convertiti in acidi grassi Omega3 e agiscono come controllore dell’infiammazione. Questi acidi grassi controllano l'infiammazione nelle articolazioni e nelle arterie.

9 - Peso. I semi di Chia hanno una grande quantità di fibre alimentari, un buon contenuto proteico, livelli moderati di carboidrati e acidi grassi Omega3. Questi nutrienti, quando combinati, possono svolgere un ruolo significativo nel mantenere sotto controllo il peso di una persona nel lungo periodo.

Lunedì 1 Maggio 2017, 16:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
staibene.it