PREVENZIONE
Influenza, ancora 15 giorni per vaccini epidemia grave, file ai pronto soccorso
Influenza, ancora 15 giorni per vaccini epidemia grave, file ai pronto soccorso

Quest'anno lìinfluenza si è fatta attendere complice il caldo prolungato ma, ora, sta cominciando a colpire. Dopo l'allarme vaccini in molti hanno disertato l'appuntamento con l'immunizzazione.

Molte Asl stanno prolungando la campagna vaccinale e invitano i cittadini a proteggersi (in particolare gli over 65 e i malati cronici). «Sono d'accordo. L'anno scorso - ricorda il ministro della Salute Beatrice Lorenzin - sono morte 8mila persone per motivi correlati all'influenza. E quest'anno, mi dicono gli esperti, l'epidemia sarà severa. Dobbiamo dire no alla psicosi anti-vaccini».

Ci sono ancora due settimane utili, dunque, per potersi vaccinare prima che l'influenza raggiunga il picco previsto per metà febbraio. Continuano ad aumentare i casi che ormai hanno superato quota 1,3milioni dall'inizio della sorveglianza Influnet dell'Istituto superiore di sanità. I più bersagliati continuano a rimanere i bambini sotto i 5 anni, ma i dati mostrano un brusco aumento, quasi un raddoppio, negli adulti.

La riduzione delle vaccinazioni dovuta al blocco dei lotti del vaccino si sta traducendo in un aumento di richieste ai pronto soccorso. Il caso Fluad, commenta Roberto Bernabei responsabile del dipartimento di Geriatria del del Gemelli di Roma e presidente dell'associazione Italia Longeva: «ha causato una riduzione delle vaccinazioni di circa il 30% e questo ha portato ha un aumento dei casi di influenza e di richieste di aiuto, soprattutto tra gli anziani, ai reparti di emergenza»

Giovedì 15 Gennaio 2015, 19:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
staibene.it