ALIMENTAZIONE
Riabilitato l'uovo: uno al giorno è amico del cuore e riduce il rischio cardiovascolare
Riabilitato l'uovo: uno al giorno è amico del cuore e riduce il rischio cardiovascolare

Le uova, il cui ruolo per la salute umana è stato di recente riabilitato da diversi studi, sarebbero addirittura amiche del cuore, infatti il consumo quotidiano di uova potrebbe ridurre il rischio cardiovascolare, in particolare un uovo al giorno ridurrebbe il rischio di ictus del 26% e del 28% il rischio di morte per questa causa. Lo indica uno studio condotto in Cina e pubblicato sulla rivista Heart. Lo studio è stato coordinato da Liming Li e Canqing Yu, del dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica dell'Università di Pechino, e ha coinvolto 416.213 persone, tutte inizialmente prive di malattie come cancro, problemi cardiovascolari e diabete.

Gli esperti hanno valutato la frequenza di consumo di uova di ciascuno ed hanno registrato per tutto il periodo di monitoraggio (8,9 anni) tutte le malattie e i decessi intervenuti nel campione (un totale di quasi 84 mila casi di patologie cardiovascolari e 9.985 decessi per queste cause). È stato confrontato lo stato di salute cardiovascolare di chi consumava quasi un uovo al giorno e chi non ne mangiava mai o solo di rado. È emerso un rischio di morte per ictus ridotto del 28% tra i consumatori di uova e un rischio di morte per patologie cardiovascolari in generale ridotto in media del 18%. In più, si è vista una riduzione del 12% del rischio di malattia ischemica del cuore tra i consumatori di uova (5,32 uova a settimana), rispetto a quanti ne consumano solo 2 a settimana.

Trattandosi di uno studio osservazionale, non si può affermare vi sia un nesso di causa ed effetto tra consumo di uova e salute cardiovascolare, concludono gli autori, tuttavia va notato che le uova, oltre a contenere colesterolo, contengono anche proteine di alta qualità, vitamine importanti e sostanze salutari come i carotenoidi e fosfolipidi.

Martedì 22 Maggio 2018, 16:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
staibene.it